giovedì 19 febbraio 2015

Caponata Siciliana

Oggi vi parlo della caponata siciliana. Il nome "Caponata" deriva da Capone... un pesce molto comune nei nostri mari. In passato nei tavoli aristocratici veniva servito questo pesce accompagnato da una salsa agrodolce. Il popolo non potendosi permettere il pesce in quanto costoso modifico' la ricetta utilizzando le melanzane al posto del pesce...ed e' questa la ricetta che oggi tutti noi conosciamo! Una curiosità': pare che esistano decine diversi di tipi di caponata... io vi parlo di quella catanese...!!!



Ingredienti (dosi per 6 persone)



  • MELENZANE, NON TROPPO GROSSE, KG.1
  • PEPERONI KG. 1,5/ Kg.2
  • PATATE KG. 1
  • CIPOLLE GR. 500
  • POMODORI GR. 500
  • SEDANO, SOLO IL CUORE, GR, 100
  • OLIO D’OLIVA GR, 100
  • OLIVE NERE E/O BIANCHE IN SALAMOIA – T.Q.B. –
  • CAPPERI SOTTO SALE – T.Q.B. –
  • PINOLI UN CUCCHIAIO
  • UVETTA PASSITA UN CUCCHIAIO
  • MEZZO BICCHIERE DI ACETO
  • ZUCCHERO – T. Q. B. –
  • SALE . T. Q. B. –


Preparazione

LE MELANZANE
Pulite e lavate le melanzane, sbucciatele togliendo solo la parte centrale della buccia della melanzana, tagliatele a cubetti metterle a bagno con acqua e sale (oppure tagliatele a bastoncini e sistematele in un setaccio cospargendole con poco sale fino) e lasciarle così per circa un’ora affinché perdano l’amarognolo.

I PEPERONI
Lavate e pulite del torsolo ed affettate i peperoni, quindi tagliateli a bastoncini ed a quadretti grossolani, salate e soffriggetele, a fuoco lento, con un poco d’olio d’oliva. A cottura ultimata mettetele in una pirofila a raffreddare.(Fate perdere l’olio in eccesso scolando le verdure cotte)

LE PATATE
Lavate, pulite, sbucciate ed affettate le patate, quindi tagliatele a cubetti, salatele e soffriggetele, a fuoco lento, con un poco d’olio d’oliva. A cottura ultimata mettetele in una pirofila a raffreddare insieme ai peperoni. (Fate perdere l’olio in eccesso scolando le verdure cotte)

LE CIPOLLE
Sbucciate e lavate le cipolle, affettatele e soffriggete, a fuoco lento, con un poco d’olio, d’oliva salate e soffriggetele. A cottura ultimata potete metterle in una pirofila a raffreddare insieme alle patate ed ai peperoni. (Fate perdere l’olio in eccesso scolando le verdure cotte)

I POMODORI
Lavate e pulite i pomodori metteteli in una casseruola con poca acqua e fateli  sbollire.  Private dei semi e della loro buccia i pomodori, ancora caldi e tagliateli a filetti, salate e finite di cuocere, a fuoco lento, in olio d’oliva. A cottura quasi ultimata metteteli in una pirofila a raffreddare insieme alle patate ed ai peperoni. (Fate perdere l’olio in eccesso scolando le verdure cotte)

IL SEDANO
Pulite e lavate il sedano, tagliatelo grossolanamente e soffriggetelo, con olio d’oliva, insieme alle foglie della stessa verdura, dopo averlo salato. A cottura  ultimata, a fuoco lento, mettetelo in una pirofila insieme alle patate, ai peperoni, al pomodoro ed alle cipolle. (Fate perdere l’olio in eccesso scolando le verdure cotte)

LE MELANZANE
Quando avete finito di cuocere tutte queste verdure sarà passata circa un’ora.
Prendete le melanzane, se le avete messe nell’acqua lavatele,  scolatele ed asciugatele con uno straccetto da cucina  (se le avete messe sotto sale fino pulirle ben bene del sale in eccesso e sciacquarle, ma non troppo, asciugarle con uno straccetto da cucina) mettetele a soffriggere, a fuoco lento, con un poco d’olio d’oliva.
 Quando saranno ben colorite ed a fine cottura unite tutte le verdure precedentemente preparate. (Fate perdere l’olio in eccesso scolando le verdure cotte)

CAPPERI SOTTO SALE, PINOLI, UVETTA PASSITA, OLIVE , MEZZO BICCHIERE DI ACETO E ZUCCHERO

Lavate del loro sale i capperi, uniteli ai pinoli ed alle olive snocciolate (scegliete delle olive belle e grosse se no si perdono).
Mettete nell’acqua calda l’uvetta e lasciatela rinvigorire per circa quindici minuti , quindi scolatela dell’acqua in eccesso ed unitela ai capperi, alle olive  ed ai pinoli, mescolandoli insieme alle altre verdure.
Spolverizzate lo zucchero sopra tutte le verdure, aggiungete il mezzo bicchiere d’aceto e fatelo evaporare a fuoco lento.
Finire di cuocere con olio d’oliva, a fuoco lento e, servire fredda come antipasto e/o tra un primo ed un secondo, come piatto di mezzo.

BUON APPETITO.


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001